.
Annunci online

L_Antonio
Odio gli indifferenti


Gli Ultimi


16 novembre 2007

I Ribelli

 

C’è una certa sintonia tra Casarini e gli ultras che assaltano i commissariati. Sintonia culturale, ovviamente. Ma anche una certa aderenza “ribellistica”. Casarini ha detto a Controcorrente (Sky) che comprende perfettamente la rivolta di piazza di chi non accetta che sia ucciso senza una ragione un giovane di 28 anni per mano di una “guardia”. Comprende perfettamente gli assalti contro la forza pubblica, se motivati. Parole non molto diverse dai comportamenti di chi gli assalti li ha davvero compiuti, oppure da coloro che, intervistati o nelle chiacchiere da bar, affermano che la reazione contro le guardie è giusta e sacrosanta. Sono le parole di chi (con volto fascistissimo, secondo il termine usato ieri da D’Avanzo su Repubblica) si spinge “audacemente” ad accostare Genova-G8 agli scontri Ultras di domenica scorsa. Per non parlare di chi associa in modo pericoloso Giustizia e Vendetta (e lo si fa a destra e a sinistra, a secondo delle circostanze). Non si tratta soltanto della solita litania: destra = sinistra. Destra e Sinistra, lo abbiamo detto, sono concetti storici, nobili, rappresentano secoli e secoli di tradizione e di pensiero. No. Qui è in discussione l’atteggiamento rivoltoso, ribellistico, da eroe contemporaneo che si scaglia contro i poliziotti in nome di una causa giusta. Sono veri ribelli? Quel che unisce tutta questa gente (sinistra, destra, centro, sopra, sotto, ecc) è davvero un senso di rivolta contro corrente, antagonista, da veri oppositori?

In realtà, il vuoto nichilistico che sta dietro questi giovani (vedi anche la ricerca Eurispes), testimonia la loro perfetta (non solo obiettiva) aderenza a questa società quasi del tutto priva di Valori (vedi Veltroni). Altro che ribellione! Questi sono al Governo, sono i testimoni più autentici del vuoto di senso di cui parlavamo ieri. Presunti di destra e presunti di sinistra, insieme a testimoniare il nulla comune a tutti loro. Comparse di un film (che si chiama “catastrofe della cultura occidentale”), di cui non sono i registi, tanto meno i produttori, ma solo attori di terza o quarta fila, nemmeno da titoli di coda. Si sentono protagonisti e ribelli, si sentono “diversi”, antagonisti, ma sono gli stessi che fotografano la ragazza marocchina uccisa da un bus, gli stessi che non leggono più libri dalla nascita, gli stessi che si fanno le canne e non sanno poi spiegare le proprie ragioni al momento del bisogno (Oddio come so fattooooo!), gli stessi figli-padroni raccontati dalla indagine Eurispes: signori in casa ma alla ricerca di un branco fuori per vincere la propria debolezza strutturale. Bamboccioni e birbanti assieme. Testimoni di niente.




permalink | inviato da L_Antonio il 16/11/2007 alle 14:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre        dicembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Politica
Musica
L'Antonio (Gramsci)
Visioni
Orvieto e dintorni
Cultura
Vado ai Massimi
Interventi

VAI A VEDERE

massimo d'alema
Alfredo Reichlin
Phil
PER RIPARTIRE
gianni cuperlo
Italianieuropei
Centro Riforma dello Stato
fondazione gramsci
NotePD
Adry
celapossofare
Bolledaorbi
Makìa
Eta-beta
Ritaz
Patry
maria grazia
LauraOK
Quartieri
Corradoinblog
Marco Campione
Francesco
Viaggio
Lessico democratico
Riderepernonpiangere
Paolo Borrello
Camereconvista
Francesco Montesi (da Parrano)
Simone Tosi
RED TV
RED COMMUNITY
PER L'ITALIA
la voce info
l'Unità
il manifesto
il riformista
filosofia.it
write up
Orvietan
francesco totti


           I due L_Antoni

 




 


Il libro de L_Antonio Qui, per vedere meglio la copertina, per leggerlo e
acquistarlo

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. Le immagini inserite in questo blog sono prelevate in massima parte dalla rete web; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore o copyright terzi, vogliate comunicarlo a l_antonio_g@libero.it, saranno rimosse prontamente. 


 

CERCA